IL PREMIO BUSCAGLIONE

Riparte il 25 settembre il Premio Buscaglione, il premio italiano dedicato ai giovani talenti musicali. Giunto alla quinta edizione, ha un solo obiettivo: quello di trovare la Next Big Thing, la band del futuro. (Iscrizioni dal 25 settembre al 19 novembre 2017)

 

Il Premio è intitolato a Fred Buscaglione perché affonda le radici nella storia della musica italiana, ma ha come obiettivo quello di trovare ogni due anni la Next Big Thing, la band del futuro. Chi partecipa al Premio sa che vincerlo significa fare il primo passo nel professionismo musicale, passaggio da “artista emergente” a “artista emerso”.

 

Un Premio giovane e dinamico, il primo in Italia ad aver dato la possibilità di iscriversi sul web, gratuito ed aperto a tutti. Il Primo Premio consente di aggiudicarsi una cifra in denaro di 3.000 euro e un tour in 8 festival; il Premio della Critica consente di aggiudicarsi una cifra in denaro di 1.500 euro e un tour in 8 festival (due tour con tappe in alcuni dei più prestigiosi festival musicali italiani* ); Premio La Tempesta Dischi il quale consente di entrare a far parte della compilation prodotta annualmente dalla più importante etichetta indipendente italiana; e infine il Premio Sold out, una data in apertura di due dei gruppi più importanti della scena indipendente italiana: Lo Stato Sociale e Zen Circus;

 

Il tutto ricordando la figura artistica di Fred Buscaglione, legato a doppio filo alla città di Torino in cui è nato il Premio ed al concept dello stesso, tanto per la lunga gavetta compiuta prima di raggiungere il successo quanto per il suo coraggio nel configurarsi come un artista fuori dagli schemi e che non è mai sceso a compromessi

 

Nelle scorse edizioni sono stati premiati: Blindur, Primo Premio 2016 – Premio Tempesta dischi 2016; Albedo, Premio della Critica 2016; La Municipal, Premio MEI 2016; Matteo Fiorino, Premio King Kong;  Etruschi from Lakota, Primo premio 2014; Eugenio in via di Gioia, Premio della Critica 2014; Pagliaccio, Premio Tempesta Dischi 2014; Lo Stato Sociale, primo premio 2012; Andrea Cola, Premio Tempesta Dischi 2012; Giovanni Block, Primo premio 2010; Jang Senato, Premio della critica 2010.

 

*Apolide, Indi(e)volato, Albori Music Fest, Balla coi Cinghiali, Baciami, Mind Fest, MusicaW Festival, Reset, Tanaro Libera tutti, Carrara Rocknrolla Pollage, Morborock, Mira on Air, Rockunmonte, Indievisibile Fest, Memorabilia, Filagosto. Maf – Marotta music fest.

 

 

LA NOTTE ROSSA BARBERA

Notte Rossa Barbera e Menù Buscaglione saranno un andare e un tornare, un piccolo viaggio tra luoghi e tempi diversi che farà tappa nelle piole torinesi. Obiettivo di questa “sagra diffusa” è avvicinare il grande pubblico al consumo critico e ai prodotti regionali in un’inedita cornice interattiva tra produttori e ristoratori, musicisti e avventori. Il primo sabato del festival, trattorie, piole e bocciofile saranno i luoghi della Notte Rossa Barbera, circuito enogastronomico che coinvolge una trentina di locali. Spazio off del festival, in questi luoghi si mangierà piemontese e si ascolteranno i gruppi itineranti selezionati fra gli iscritti al Premio Buscaglione.

 

Questa sezione, allo stesso tempo, è anche il simbolo di un’epoca, gli anni ’50, in cui esisteva una filiera culturale corta caratterizzata da luoghi quali piole e bocciofile in cui questa cultura poteva esprimersi. Non a caso molti degli eventi di “Sotto il Cielo di Fred” si tengono sin dalla prima edizione all’interno di piole e bocciofile, intesi come luoghi rappresentativi di un modello di cittadinanza attiva tipica degli anni ’50 e che il festival prende come punto di riferimento per la rinascita di una cultura maggiormente partecipata, in contrasto con la globalizzazione dilagante dei giorni nostri.

 

Vorremmo recuperare l’idea di piola come luogo generatore di legami sociali, luoghi che dovrebbero essere valorizzati come aggreganti perché innestate nel territorio che le circonda. L’oste conosceva tutti i suoi concittadini del quartiere, era un presidio di umanità autentica. Allo stesso tempo vogliamo prendere le distanze da una lettura particolarista che spinge sull’attaccamento alle radici una questione di politica identitaria.

Quali sono gli spazi oggi che offrono quello stesso modello di socializzazione? Quell’essere ammortizzatori sociali della piccola comunità in cui erano inserite? Dove sono quei ritrovi caldi e familiari alternativa alla dispersione sociale esercitata dai non luoghi?

E’ possibile far dialogare realtà che non si conoscono, i ristoratori con i produttori, per consolidare la collaborazione fra soggetti che gravitano intorno al mondo della ristorazione? Vorremmo che questo dialogo possa diventare stimolo, verso il consumatore, per diffondere il valore di cibi coltivati e distribuiti con sensibilità verso il territorio.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

TORNA SU

Congratulazioni!

Iscrizione confermata con successo!


INFORMATIVA SULLA PRIVACY

La raccolta e gestione dei dati personali avverrà in ottemperanza al Decreto Lgs. 196/03. Ai sensi dell’art.13 D.Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” l’Associazione culturale F.E.A. informa che i dati personali dei partecipanti saranno trattati con modalità manuali, informatiche e/o telematiche.

I dati raccolti saranno trattati per la partecipazione al concorso “Premio Fred Buscaglione”, successiva eventuale assegnazione dei premi ed invio di materiale informativo da parte dell’Associazione.

L’Associazione si riserva altresì di comunicare i dati raccolti a soggetti terzi per l’invio di comunicazioni da parte loro qualora abbiano ad oggetto iniziative del medesimo genere.

I dati saranno trattati – per la durata del Concorso, per l’espletamento delle operazioni di comunicazione della vincita, di chiusura del Concorso e di invio di materiale informativo – dal soggetto promotore e dalla società preposta alla gestione del software preposto alla gestione del concorso.

I dati non saranno oggetto di diffusione e comunicazione a terzi, ad eccezione dei soggetti necessariamente coinvolti nei meccanismi di svolgimento e gestione del Concorso, quali ad esempio il funzionario incaricato della verbalizzazione delle assegnazioni e/o altri soggetti terzi, come eventualmente incaricati, preposti al controllo della validità delle partecipazioni. Il mancato conferimento dei dati, ovvero del Consenso al loro trattamento determinerà l’impossibilità per l’utente di partecipare al Concorso.

Tutti i dati saranno raccolti e registrati in modo lecito e secondo correttezza per le finalità sopra indicate e saranno trattati anche con l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, e di apposite banche dati, in termini non incompatibili con tali scopi e, comunque, in modo tale da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

Ai sensi del D.Lgs. n.196/03, art. 7, il partecipante potrà esercitare i relativi diritti tra cui avere accesso ai propri dati, chiederne la modifica o la cancellazione oppure opporsi al loro utilizzo, scrivendo ad Associazione Culturale F.E.A. con sede in Via Po 35/c 10100 – Torino.

In caso di richiesta di cancellazione, ovvero opposizione all'utilizzazione al trattamento dei dati personali necessari ai fini dell'espletamento delle operazioni connesse al concorso stesso, il promotore si riserva la possibilità di escludere il soggetto dal concorso.

Titolare del trattamento dei dati forniti dagli utenti è Associazione Culturale F.E.A. con sede in Via Po 35/c 10100 – Torino.