Indietro

Giovanni Castelli

LOMBARDIA

Giovanni Castelli,
classe 1982 è un autore, compositore, musicista potentino.

Nel 1999 si avvicina al mondo della musica rock, spinto dalla passione per Freddie e i suoi Queen, formando la sua prima band: Unshaped, alla quale seguiranno i Busko Punk.

Il 2005 segna la svolta.
Fra scomodi banchi della scuola serale alberghiera di Potenza e gli accativanti boccali di birra notturni sempre mezzi vuoti del circolo Tribeka, nascono i Verdelirio.
I Verdelirio si auto producono l’omonimo primo album di inediti, ottenendo ottimi risultati sulle vendite. Hanno portato live la loro musica in giro per lo stivale fino al 2009, concludendo l’esperienza pubblicando il singolo “Gelosia” per Officina Record di Nello Giudice, storico bassista di Pino Mango.

Il 2010 è l’anno del cambiamento.
Giovanni intraprende la carriera solista pubblicando “Musa in polvere”, un album dalle sonorità brit pop, che riscuote un ottimo successo tra i fan dell’ex band dei Verdelirio. Successivamente pubblica l’ep “Mon amour” nel 2013, “Attimi” nel 2014 e “Bianca immagine” nel 2015, collaborando allo stesso tempo in veste di autore anche a progetti di altri artisti.

Dopo un periodo di assenza, intervallato dall’uscita dei singoli “Il canto del cigno”, “Solo se lo vuoi”, “Meccanismi” e “Malinconico”, nel 2019 Giovanni intraprende una nuova collaborazione con la band fiorentina dei Funkode col singolo in uscita “Cosa vuoi?” e crea la band milanese dei Calico, con la quale ha appena ultimato le registrazioni del primo ep “Oltre”.